Un fantastico Alessandro Ghinelli a Uno Mattina –

Non ricordo a memoria le parole esatte dell’intervento di Alessandro Ghinelli, questo 17 Luglio, ad Uno Mattina Estate, in casa Rai. Ma posso riferirne il senso. Si parlava del cinema, come veicolo di promozione di una città. Ad Arezzo è stato girato un film importantissimo “La vita è bella” di Roberto Benigni, e, come si sa, ogni evento culturale di rilievo veicola turismo. Qui, ad Arezzo, arrivano turisti che chiedono dove siano le piazze, i monumenti, i palazzi immortalati nel film. Nessuno ha fatto granché per dare risalto a questo regalo immenso di Roberto Benigni, quello di fissare per sempre Arezzo dentro un’opera cinematografica da Oscar. Forse neppure lui avrebbe mai sperato tanto. Le targhe, che ancora resistono in Piazza Grande ed in Piazza San Francesco, sono state realizzate da un ufficio turistico privato. Ghinelli questo lo ha detto, la politica non ha fatto molto in questi anni per valorizzare un centro bellissimo, ha detto, un centro che nulla ha da invidiare a Firenze o a Siena. Ha riferito che per cercare di spingere sul turismo, il più possibile, ha deciso di unire due assessorati, quello del turismo, appunto, e quello delle attività produttive, nelle mani di Marcello Comanducci. Due assessorati, che anche nell’era di Pasquale Macrì, che ho apprezzato ed apprezzo per questa interessante mostra che è Icastica, mostra che ho già visitato e consiglio a tutti di vedere, hanno collaborato moltissimo. Il nostro sindaco ha mostrato un grande amore per questa città, l’amore di un aretino, ed io lo ringrazio profondamente. Sono molto felice che ad Arezzo sia cambiata la musica. Purtroppo Giuseppe Fanfani non aveva capito il valore di questa città, mi dispiace ricordare questo incidente di cui io stessa sono stata testimone ma devo farlo. Ad una riunione di gestori di Bar, Ristoranti e strutture ricettive egli pronunciò questa frase “Arezzo non è brutta, ma non ha il pavimento intarsiato del Duomo di Siena”. Forse gli avvocati non studiano storia dell’arte…. Sgarbi a breve collaborerà con il Comune per rilanciare il nostro Piero della Francesca, attraverso opere non ancora conosciute che si trovano a Castiglion Fiorentino. Una piccola raccomandazione al Sindaco, se posso permettermi, la prego Signor Sindaco, salvi Icastica..
D.D.
alessandro-ghinelli