Roberto Napoletano – “Viaggio in Italia” – Venerdì 28 Agosto –

La seconda serata dell’edizione estiva de “Il giardino delle idee” si propone di portare ad Arezzo il direttore del Sole 24H, Roberto Napoletano, che presenterà il suo libro,”Viaggio in Italia”, venerdì 28 Agosto 2015, presso il Giardino pensile della Provincia di Arezzo, in Via Ricasoli 52.

Viaggio in Italia – I luoghi, le emozioni, il coraggio di un Paese che soffre ma non si arrende
di Roberto Napoletano
Rizzoli, 2014

Un cronista di razza nato in liguria, a La Spezia, nel 1961, da genitori avellinesi, racconta un paese in difficoltà attraverso un viaggio che dovrebbero percorrere giornalisti, politici, economisti, intellettuali per imparare sul presente ed il futuro del nostro paese. “Noi non ci siamo resi conto che il Sud precipita, dimenticato, e pezzi, sempre più consistenti, del nord precipitano nel sud. Hanno un ritardo nelle infrastrutture, un problema di sicurezza con presenza di criminalità organizzata che risale il paese, e quindi, mentre guardavo, quello che io chiamo, il mio sud di dentro, tra Nola verso Avellino, mi sono reso conto che il territorio è profondamente cambiato e strade e case non formano più una frase“. Il nord si meridionalizza ed il sud non esporta eccellenze del territorio, ma problemi. “E’ necessario che chi lavora nella macchina pubblica, di un comune, di una provincia, di una regione, di uno stato si renda conto di essere al servizio del cittadino, al servizio dell’imprenditore. Anche il fisco deve essere più amico”. “C’è bisogno di guardare in faccia al male per costruire il bene e noi di bene ne abbiamo tanto, imprenditori che non si arrendono, giovani che vogliono la buona politica e che vogliono affermarsi in questo paese e non andare all’estero”. “E’ molto importante che i giovani vogliano il rinnovamento, loro sono il cuore buono del paese“.
Noi raccontiamo il sud delle grandi aree metropolitane ma come succede sempre quando arriva una crisi chi paga di più è sempre chi è già in difficoltà ma il Mezzogiorno ha una forte voglia di rinascere e l’emergere anche i una questione settentrionale ha esasperato i problemi del sud.

Oltre cinquant’anni dopo il viaggio di Piovene, Roberto Napoletano attraversa la penisola da Trento a Pantelleria, restituendoci i luoghi e le emozioni, le voci e il coraggio di un Paese che soffre ma non si arrende. La dignitosa tristezza di Torino, la “sofferenza” della gaudente Parma, la milanesità ferita da scandali vecchi e nuovi, il sogno svanito di una Roma diversa, un Sud “di dentro” dove case e terreni “non formano più una frase”. Ma anche i ragazzi di Merate e di Saluzzo pronti a “sporcarsi le mani” con la politica e l’impegno civile, la speranza di Reggio Calabria che non può essere commissariata, l’orgoglio di un’imprenditoria manifatturiera che sopporta il peso dei fardelli italiani, non rinuncia a fare innovazione e conquista mercati nel mondo, i ragazzi di Ragusa che “salgono” a Milano per studiare al Politecnico e costruire un pezzo di futuro.
roberto napoletano

b&b arezzo centro