Arezzo – Sotto l’acquedotto Vasariano si acquista vino dei conti Borghini Baldovinetti

Il vino aretino sta ricevendo sempre maggiori apprezzamenti. Il Conte Borghini Baldovinetti De Bacci, dopo quattro anni di lavori, ha inaugurato, proprio in questi giorni, alcuni locali, che si trovano in Via Francesco Gamurrini, dove verranno venduti, proprio a ridosso dello splendido acquedotto vasariano, i preziosissimi vini delle sue tenute. Le proprietà del conte sono a Campriano, San fabiano, Dorna, Poggio uliveto (dove si produce il Nobile di Montepulciano).

La vendita dei vini si trova a qualche chilometro dalla tenuta di San fabiano della antica Famiglia del conte Bacci, storica famiglia aretina che commissionò, nella seconda metà del 1400, in pieno Rinascimento, gli affreschi di Piero della Francesca nella Cappellina intitolata alla famiglia che si trova all’interno della Basilica di San Francesco. Tra l’altro solo i discendenti di quella famiglia hanno mantenuto la possibilità di sposarsi nella Basilica di San Francesco.
Il primo documento che prova l’esistenza di vigneti sulla proprietà risale al 1416, trattasi della vendita di un vigneto da parte di Francesco de’ Bacci per finanziare gli affreschi della Cappella di Famiglia da parte di Piero della Francesca.

L’Azienda Agricola nasce nel dopoguerra come realtà vitivinicola, per poi svilupparsi negli anni ’60 con l’imbottigliamento. Oggi è diventata una realtà importante nel mondo del vino, esportando i propri prodotti in tutti gli angoli del mondo dove si apprezza il nettare di Bacco.
bacci
b&b arezzo